Follow by Email

martedì 29 novembre 2016

L’Ictus è la terza causa in Italia di mortalità Sintomi e Prevenzione

L’Ictus è la terza causa in Italia di mortalità e come l’infarto è determinato dal mancato apporto di sangue al cervello o al cuore. Trobectomia 




Sono circa 200 mila gli italiani colpiti da Ictus, anche se negli ultimi tempi sono nate nuove procedure in grado di limitarne le conseguenze.
In pratica si forma un coagulo che blocca il flusso di sangue al cervello; Esistono farmaci in grado di sciogliere i coaguli oppure una recente tecnica chiamata trombectomia, che con l’inserimento di una maglia metallica nella gamba arriva al cervello e attraverso raggi x rimuove il coagulo.

Nell’ultimo anno gli interventi di trombectomia arteriosa sono raddoppiati, però necessitano di personale altamente qualificato. Attualmente in Italia manca una scuola di specializzazione per Neuroradiologi Interventisti.


I maggiori fattori di Rischio

I maggiori fattori di Rischio sono l’ereditarietà, l’invecchiamento, fumo, alimentazione scorretta, inattività fisica, ipertensione, diabete, obesità, alti livelli di colesterolo.

Una corretta prevenzione prevede l’eliminazione di tutte le cattive abitudini che causano i fattori di rischio; Si può quindi seguire una dieta più sana eliminando grassi e zuccheri e praticando attività fisica
 Poiché l’intervento tempestivo può in molti casi salvare la vita, è bene prestare molta attenzione e recarsi al più vicino pronto soccorso non appena appaiono i seguenti sintomi:

  • Confusione improvvisa
  • Intorpidimento braccio o gamba
  • Difficoltà a parlare e di comprensione
  • Problemi alla vista
  • Vertigini e perdita di equilibrio
  • Mal di testa

Si tratta si sintomi molto comuni, ma bisogna prestare attenzione quando sono improvvisi, perché potrebbero celare l’insorgenza di un Ictus.


venerdì 18 novembre 2016

Tutto sulla Soia Proprietà e Benefici

Le Opinioni e gli studi sulla Soia sono diversi e tutti hanno esiti differenti.
La regola è sempre la stessa: Non bisogna esagerare mai con l’assunzione di nutrienti, anche se naturali, perché in quantità massicce potrebbero portare a effetti collaterali.



In quantità ragionevoli, i prodotti tradizionali a base di soia sono salutari. I prodotti a base di soia più processati, invece, andrebbero preferibilmente evitati.


Negli ultimi anni sempre più persone risultano essere intolleranti al lattosio e al glutine; la colpa è dei cibi confezionati con conservanti, coloranti e così via.
La soia è un valido sostituto, in quanto è ricca di proteine, priva di colesterolo.
In realtà la Soia è una pianta, più precisamente un legume dal quale si ricavano salse, latte, farina; quindi è facile impiegarlo per i più disparati usi: dolci, a colazione, nei formaggi eccetera.
Le proprietà della Soia sono innumerevoli: innanzitutto non contiene carboidrati, mentre è ricca di calcio, ferro, potassio, ma anche vitamine del gruppo B e vitamina C.
Rappresenta un valido aiuto contro il colesterolo, combatte la stitichezza, previene l’osteoporosi.
  



Alcune ricerche hanno evidenziato che combatte i disturbi legati alla menopausa, grazie agli Isoflavoni.
Le controindicazioni sorgono sempre se si fa un uso eccessivo ed  inoltre è importante consumare Soia Biologica, in quanto il rischio per la salute aumenta per l’uso di pesticidi e OGM.
  

    

  
BioCosmesi Dna Solutions

giovedì 17 novembre 2016

Ricette Veloci Gustose e Salutari




Pizza con pomodoro Galbanino e Speak










Insalata con Fagioli, patate lesse, Zucca Arrostita, Prezzemolo e se preferite aggiungete  prosciutto cotto 









mercoledì 2 novembre 2016

Vivere senza rifiuti Un mondo possibile

Rifiuti zero: Una rivoluzione in corso

Le teorie di Paul Connett  Libro   Rifiuti Zero – Una realtà possibile

Questo testo parla di uno stile di vita incentrato sulla differenziata, sul compostaggio dell’umido, sul riciclo e sul risparmio di sacchetti, bottiglie e altri oggetti usa e getta.

Molti libri parlano di un mondo migliorabile dalla correzione dei nostri stili di vita. La verità è che l’uomo nel corso degli anni ha fatto troppo male al pianeta e alla natura, attraverso contaminazioni e ripetuti comportamenti lesivi.


Lo stesso universo ha cambiato aspetto, come se fosse stato manipolato; si è tentato di modificare l’ordine naturale di tutte le cose, dalla genetica all’aria, al mare all’atmosfera, alle coltivazioni, fauna e flora comprese.

Un ripristino o ritorno alle origini è impossibile; ci troviamo nel bel mezzo di un circolo vizioso dal quale sembra sempre più difficile uscire.

La smania del consumo è diventata una prigione – si vive per lavorare e consumare; si consuma e si lavora di più per reggere lo stile di vita che ci siamo imposti – Tutto è necessario – La tecnologia, le auto, la casa al mare, la vacanza, l’abbigliamento di lusso.





Internet può essere un grande alleato per risparmiare soldi e avere più tempo a disposizione, ma anche per produrre in modo autonomo le cose che ci sono utili e riciclare.




                                            Come fare a?
Esistono già diverse realtà: siti web, siti di annunci, gruppi su social e così via che aiutano ad alimentare uno stile di vita più sano e sostenibile, più libero, in altre parole più economico.




Una grande idea di risparmio è quella di girare in bici oppure condividere i viaggi. Per questo su facebook troviamo un gruppo molto valido dove scambiarsi notizie, trovare passaggi ma anche informazioni su dove comprare o noleggiare una bici e così via.
Lasciamo l'Auto a casa - Pagina Facebook   Comprare Una Bici

Riciclare vuol dire anche vendere gli oggetti che non usiamo e comprare ciò che ci serve usato – Molte persone attraverso siti di annunci e mercatini on line arrotondano addirittura lo stipendio realizzando ottime entrate extra.

 Sempre più presenti sui social i Mercatini dell’usato, che negli ultimi tempi stanno riscuotendo  notevole successo. Come fare? Basta effettuare una ricerca su facebook digitando il mercatino…..e nei risultati usciranno i diversi mercatini per regione o addirittura per Comune.
Molto utile è iscriversi ai mercatini del proprio Comune o zone limitrofe; in questo modo si acquisteranno o venderanno oggetti senza sostenere spese di spedizione sempre molto costose.
Basterà scambiarsi il numero di telefono e magari incontrarsi in una piazza o al bar e concludere l’affare.


   Pianificare il Compost fai da te e produrre concime naturale

Bio Composter domestici su Amazon   

Per salvaguardare le nostre tasche e l’ambiente lo stile di vita dovrebbe orientarsi verso il riciclo, l’acquisto di usato (e vendita di tutto ciò che abbiamo di superfluo).
Una politica del materiale usato e del riutilizzo permetterebbe al pianeta di salvarsi, insieme ad altri provvedimenti simili.



Raccolta differenziata
Riciclare plastica, vetro e allumino con particolare importanza per quei materiali dannosi (che rientrano nella categoria di rifiuti speciali), per l’ambiente, quali olii, detersivi, scorie varie, amianto, eventuali sostanze considerate tossiche. Il comune di appartenenza è obbligato a dare informazioni riguardanti isole ecologiche presenti sul territorio e/o modalità di smaltimento di tali materiali.

Il vetro e la plastica possono essere riciclati ottenendo soldi in cambio, grazie ad appositi congegni che possono essere posizionati all’interno di diverse aree popolate (supermercati, parcheggi, condomini).


Sapevate che non tutti i sacchetti sono a norma di legge?

Molti supermercati e Store non sono a norma in materia di sacchetti per la spesa.
Sui sacchetti dovrebbe essere riportato biodegradabile e compostabile e il marchio di un ente certificatore

Sono previste anche sanzioni per chi non utilizza sacchetti-Bio, che vanno dai 2.500 euro ai 25 mila euro.
Quindi meglio usare sacchetti riutilizzabili per la spesa.

Compriamo sacchetti per la spesa riutilizzabili su Amazon