Follow by Email

giovedì 24 marzo 2016

Contro il Terrorismo

Il Califfo sa che per consolidare il consenso l’arma migliore è quella di distribuire pane, acqua ed elettricità, facendo attenzione ad assumere gli ingegneri giusti per gestire dighe e pozzi petroliferi. La ferocia dei tagliagole è solo la punta dell’iceberg di un potere, efficiente e barbarico, che mette a rischio anche la nostra sicurezza
  Isis. I terroristi più fortunati del mondo e tutto ciò che è stato fatto 













Le Ragioni del Terrorismo come combatterlo. le fonti di finanziamento del'ISIS




Salute Preventiva

Eni - Sul suo taviolo passano affari miliardari, alleanze internazionali, interessi geopolitici, questioni di sicurezza fonsamentali. In gioco ci sono la nostra indipendenza energetica e la diversificazione degli approvvigionamenti che potrebbero sconvolgere gli assetti del Mediterraneo. L'Eni è uno Stato nello Stato. Lo Stato parallelo


Cellulari e Smartphone

mercoledì 16 marzo 2016

Glifosato Dove si trova? Come difendersi dai pesticidi usati nelle coltivazioni

Il Glifosato è un erbicida, viene usato dal 25% del mercato mondiale. 
Il 31 Dicembre scorso l'autorizzazione al suo utilizzo è scaduta, si è deciso però per una proroga fino a Giugno 2016.

Il Pesticida viene utilizzato in agricoltura, per la pulizia delle strade, nei prodotti da giardinaggio. 
Secondo alcuni studi sembrerebbe che la sostanza sia presente nell'acqua e che superi i livelli consentiti per legge.
Di recente trentadue Associazioni ambientaliste hanno aderito ad un'iniziativa per chiedere al Governo di non approvare l'utilizzo del Glifosato per i prossimi quindici anni.


Cosa Provoca il Glisofato?

Altera gli ecosistemi, in quanto entra nei terreni, riduce di conseguenza la biodiversità e contribuisce al dissesto idrogeologico. Altri studi in corso sembra che dimostrino il rischio cancerogeno.

Eventi come le frane, sono diretta conseguenza dell'assorbimento di questo pesticida, che distrugge il tappeto erbaceo.

Cos'è la Biodiversità?

La Biodiversità è la bellezza e la varietà della vita in tutte le sue forme e specie.  Anche noi ne facciamo parte, in quanto interagiamo e siamo strettamente legati con tutto l'ecosistema, al più piccolo organismo vivente fino ad arrivare alle risorse che ci tengono in vita: acqua, luce, cibo, energie.

La Biodiversità è anche quella cosa  che la politica Europea sta cercando di cancellare. 

Partecipa al sondaggio sul sito Ufficiale del Ministero delle Politiche Agricole per dare voce alla tua opinione!


Cosa possiamo fare per difenderci dai Pesticidi?


  • Innanzitutto è bene privilegiare Prodotti Biologici
  • usare molta attenzione con gli animali da compagnia: pulizia, vaccinazione, pesticidi per insetti ecc.
  • Ridurre al minimo il consumo di carne e prodotti di origine animale
  • Massima igiene per frutta e verdura: lavaggi ecc. 
  • Evitare pesticidi per uso domestico: su animali, piante, per scarafaggi, zecche, pidocchi ecc. 
  • Cercare di pulire gli ambienti domestici con prodotti naturali
  • Disintossicarsi e depurarsi con prodotti Naturali

Riconoscere i Veri Prodotti Biologici


Se ti è piaciuto questo Articolo
Diffondi!!!


In fondo  a sinistra
clicca sull'icona del tuo Social Network  preferito




lunedì 14 marzo 2016

Danni irreparabili all’organismo La verità sull’olio di palma e l’elenco dei prodotti che non lo contengono


L’olio di Palma non è affatto sostenibile, dietro la sua produzione c’è la distruzione di intere foreste a discapito di tante popolazioni povere ed indifese. Inoltre c’è lo spettro della Mafia e delle grandi Multinazionali e i loro interessi. Per finire è estremamente dannoso per l’organismo umano, in particolare responsabile di una forma di diabete e di malattie cardiovascolari


Il Movimento cinque stelle si è fatto promotore di una interrogazione parlamentare per fermare gli spot ingannevoli trasmessi sulle reti del servizio pubblico, sulla presunta sostenibilità dell’olio di Palma.

Produzione

Il prodotto viene prima sterilizzato, poi snocciolato e cotto, pressato, filtrato. Il processo produttivo continua con la raffinazione e l’aggiunta di sostanze chimiche, infine avviene la decolorazione e la deodorazione.
Esiste un reale rischio per la salute:  il consumo di olio di palma contribuisce sopratutto allo sviluppo di malattie cardiovascolari, in quanto ricco di grassi saturi.
Dal punto di vista ambientale, le foreste vengono distrutte e bruciate per far posto alle piantagioni, mettendo a rischio biodiversità e l’intero ecosistema.
I sempre più frequenti cambiamenti climatici sono dovuti appunto alla distruzione delle foreste. L’unica cosa che si dovrebbe sostenere è l’ambiente, da anni maltrattato e sfruttato per loschi interessi economici.

L’unica cosa che noi possiamo fare è la scelta dei prodotti al momento della spesa.
Fondamentale è perdere qualche minuto in più e leggere le etichette scartando tutti i prodotti che contengono olio di palma; in questo modo si fa bene all’ambiente, si contrastano le organizzazioni criminali, gli interessi economici delle società produttrici, ma soprattutto si salvaguardia la propria salute, bene assoluto. Su questo sito è possibile

La popolazione locale, oltre a perdere il suo millenario habitat, dove era abituata a procurarsi cibo rispettando l’eco-sistema di cui faceva parte, oggi è ridotta in schiavitù: diventa forza-lavoro senza diritti, sfruttata dalle multinazionali agro-alimentari per lavorare nelle piantagioni di palma da olio in condizioni di sfruttamento - Tratto da Tuttogreen

Fonti Autorevoli

L’OMS, l’organizzazione Mondiale della Sanità, sostiene che il consumo di olio di palma aumenti i rischi cardiovascolari, mentre il CSPI, il Centro per la Scienza nel pubblico interesse, afferma che l’acido palmitico aumenta il rischio di patologie legate alle coronarie.

Anche in Italia sono stati condotti studi a cura dell’Università di Bari (Prof. Francesco Giorgino), con la collaborazione dell’Università di Pisa e Padova. Questo studio ha evidenziato una relazione con il consumo di olio di palma e la p66shc, proteina all'origine del diabete, più precisamente diabete mellito insulino – dipendente. Il danno sarebbe irreversibile.
Nello specifico vengono distrutte importanti cellule che tengono sotto controllo la glicemia.










Studio Multistato      Riassunto breve
L'Aumento del consumo di olio di palma potrebbe aggravare la mortalità per cardiopatia ischemica (IHD) e ictus, in particolare nei paesi in cui essa rappresenta una delle principali fonti nutrizionali di grassi saturi in via di sviluppo.


Con la globalizzazione e la diffusione di Internet il mondo è diventato più piccolo. Sempre più grandi invece sono i pericoli nascosti dietro l'angolo, dovuti all'incoscienza dell'uomo che cerca sempre più profitti a danno dei più deboli e dell'ambiente!
Complice di tutti i mali la cattiva informazione, talvolta la mancanza totale di informazione!
Difendiamo la terra e i suoi abitanti, ma sopratutto salviamo la nostra Umanità. 







Come riconoscere Prodotti Bio
Inulina Approfondimenti

Difendersi dalla Polveri sottili

Condividi l'Informazione!


In fondo  a sinistra
clicca sull'icona del tuo Social Network  preferito
e diffondi questo articolo!





BlogItalia - La directory italiana dei blog

mercoledì 9 marzo 2016

Come riconoscere Prodotti Biologici. Evitare le frodi Dove e come comprare per risparmiare

Cosa si intende per Prodotto biologico?
Si tratta si prodotti coltivati senza OGM, su terreni puliti, senza l'utilizzo di fertilizzanti chimici, nel rispetto del terreno, dell'acqua e dell'ambiente.

Il primo negozio BIO on line

Perchè mangiare biologico?

I Prodotti biologici contengono più antiossidanti e meno metalli pesanti. In Italia i terreni agricoli dedicati all'agricoltura biologica superano il 10%.



Il mercato è in forte ascesa e questo fa ben sperare sulla riduzione dei costi. Fortunatamente, oggi grazie ai G.A.S., i gruppi di acquisto solidale si possono ottenere prezzi più contenuti. 
72 Miliardi di dollari è il fatturato mondiale!

Come riconoscere i veri prodotti biologici
Preferibilmente si dovrebbe  acquistare direttamente dal produttore. In caso contrario bisogna leggere attentamente l'etichetta di ciascun prodotto. Ecco cosa deve contenere:
  • nome dell'organismo di controllo (codex, ccpb ecc.);
  • la dicitura proveniente da agricoltura biologica CEE;
  • sigla IT;
  • Lettera F (prodotto fresco);
  • Stato di provenienza del prodotto;
  • codice del produttore;
  • Marchio comunitario;
  • logo Europeo
Il nuovo logo europeo deve avere un'altezza di circa 9 mm., larghezza 13,5 mm. - proporzione fra altezza e largezza 1:1,5
Prodotti Bio più venduti  



Per combattere le frodi è nata la 

DataBio   Ricerca Operatori

La diffusione del Biologico anche nel mondo degli Integratori Alimentari





Dna Solutions Prodotti  Associata  Federsalus  - Associazione di Categoria  Produttori di Integratori Alimentari

       
Diffondi l'Informazione!


In fondo  a sinistra
clicca sull'icona del tuo Social Network  preferito
e condividi l'articolo con i tuoi amici!







venerdì 4 marzo 2016

Green Economy. Il punto della situazione. Le innovazioni e la fattibilità. Cosa prevede il nuovo DDL approvato



Le idee ci sono. Molte sono state realizzate, allora per quale motivo la Green Economy non decolla? Ancora tanti passi da fare!

In Francia è stato inventato un sistema, chiamato Wattway, che prevede 1000 Km di pannelli fotovoltaici in 5 anni. L'asfalto verrà ricoperto da pannelli speciali. Il sistema prevede celle inserite in strati anteposti, che favoriscono l'aderenza al passaggio delle auto.

Il primo negozio BIO on line

Energia pulita made in France, senza sfruttare altri spazi (campi ecc.), ma solo le autostrade.

In Svizzera invece, per l'esattezza a Ginevra, esiste l'Abre a' vent'', l'albero che produce energia elettrica pulita, attraverso foglie particolari, che sfruttano l'energia solare.

In Nigeria, il campo di calcio produce energia dalla corsa dei calciatori, illuminandosi al loro passaggio.

Made in Italy, è Mop - My Own Portable, prodotto da Apigor, un'Azienda italiana specializzata nella realizzazione di fotovoltaici. 
Mop è un pannello portabile, costa 550 euro e può produrre energia per piccoli elettrodomestici.

pannelli fotovoltaici portatili 

 In Italia di recente è stato approvato il DDL sulla Green economy. Vediamo in breve cosa prevede:

  • Rifiuti - Varie misure per le pene per i conferimenti in discarica. Multe dai 30 ai 300 euro per i mozziconi di sigaretta gettati a terra, chewing gum e rifiuti vari. Quindi denunciamo questi comportamenti, da oggi sono sanzionabili.
  • Mobilità sostenibile - 35 Milioni saranno stanziati per iniziative di Piedibus, car-pooling, car-sharing, bike-pooling.
  • Fondo di 10 milioni  - per demolire opere e immobili ad alto rischio idrogeologico e abusivi.
  • Facilitazione acquisti verdi della P.A.
  • Incentivi per Biomasse e Biogas
  • Bonifica Amianto - Credito d'Imposta del 50% per le Imprese che operano nella bonifica dell'Amianto                   
"Dobbiamo uscire da un paradosso" - ha commentato Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente -  "Oggi nelle isole minori italiane l'energia è costosa e sussidiata con 70milioni di Euro prelevati in bolletta, e prodotta da vecchi impianti da fonti fossili. E malgrado le potenzialità delle rinnovabili siano enormi, la transizione che si sta rivelando un successo in tutto il mondo da noi è bloccata".
Legambiente presenta il dossier: 11 Isole verso un futuro tutto rinnovabile

Bisogna dare più impulso alle rinnovabili, al riciclo, al riutilizzo e alle produzioni Bio. L'Attenzione per l'Ambiente, il cibo e i prodotti Bio devono trasformarsi sempre di più in uno stile di vita.


La produzione avviene in officine ITALIANE, con materie prime certificate e di ottima qualità. Sia i fitoestratti che le piante officinali utilizzate nella produzione degli integratori vengono coltivate biologicamente in filiera certificata ISO 22000 all’interno del Parco Nazionale del Pollino.

Spesa Biologica

hSale fino dell'Himalaya      Mini gallette al Rosmarino  Farina di grano saraceno

Buoncereale con fiocchi d'Avena  Farina di grano tenero  Fusilli Bio  Caserecce di grano duro

Penne Rigate


Diffondi l'Informazione!


In fondo  a sinistra
clicca sull'icona del tuo Social Network  preferito
e condividi l'articolo con i tuoi amici

giovedì 3 marzo 2016

Come combattere la cellulite Rimedi naturali Quando considerarla vera e propria malattia


La definizione ufficiale di Cellulite è la seguente:

Infiammazione del tessuto connettivo posto sotto la cute e intorno ai visceri.
Nel linguaggio comune, aumento eccessivo del tessuto adiposo che deforma alcune parti del corpo, conferendo alla cute un caratteristico aspetto ondulato detto “a materasso”
Il Primo negozio BIO on line

In realtà si tratta di un problema della microcircolazione sanguigna che va ad agire sul tessuto adiposo sottocutaneo, facendo nascere il fastidioso inestetismo, che le donne ben conoscono!
Alimentazione Sana

Esistono pochi piccoli passi per sconfiggere l’odiata cellulite. Rimedi naturali
Spesso uno stile di vita non troppo sano, il fumo, le cattive abitudini ma anche il tempo che passa sono i nemici del nostro corpo. Ma rimodellarlo non è difficile, rimediare si può.
Prima Regola – L’alimentazione. I cibi drenanti sono: anguria, tè verde, mela, asparagi, pomodori, avena, prezzemolo, finocchio, ananas, carciofi, tarassaco, cetriolo, cipolla, mirtillo, aceto di mele. Esistono Integratori Nutraceutici a base di Pre e Probiotici, verdure, Papaya. Infine bisogna evitare Fumo, alcool, snack, patatine.  
Seconda regola – L’allenamento. Non è necessario fare tutti i giorni footing, basta fare passeggiate di almeno 20/30 minuti al giorno, fare le scale anziché prendere l’ascensore, bicicletta o cyclette da camera. 
Terza regola – massaggi anticellulite. Ci si può rivolgere a professionisti (ottimi sono ai fanghi e scrub), ma è possibile anche praticare l’automassaggio (movimenti circolatori e pressanti). 
Ricetta Crema anticellulite fai-da-te Fondi di caffè
Ingredienti: crema idratante oppure olio extravergine di oliva e fondi di caffè.La crema ottenuta unendo i due ingredienti può essere usata massaggiando sulla parte interessata per 10 minuti due volte a settimana.  Dopo l’applicazione sciacquare con acqua tiepida.La stessa crema può essere usata per fare degli impacchi, spalmandola e ricomprendo la parte con una pellicola trasparente per 20 minuti e poi lavarsi sotto la doccia.
I massaggi riattivano la circolazione ed eliminano la cellulite.

Quando la cellulite va considerata Patologia e che danni può causare alla Salute
Spesso le origini di questa malattia possono essere legate alla tiroide, per cui se non si ottengono risultati visibili con rimedi naturali, è bene rivolgersi ad un Endocrinologo. Da considerare anche un consulto con uno Specialista Angiologo, in quanto si tratta di un disturbo legato anche al sistema linfatico (vene e arterie).

In conseguenza di cellulite persistente si possono sviluppare ascessi e setticemia. In casi particolari la patologia può degenerare dando luogo a Edema, Infiammazione tissutale, Ipotonia, Fibrosi.
In alcuni casi sono molto utili pratiche come la Mesoterapia (iniezioni sottocutanee) e Carbossiterapia (iniezioni con ago sottile di anidride carbonica), Pressoterapia.





Diffondi l'Informazione!


In fondo  a sinistra
clicca sull'icona del tuo Social Network  preferito
e condividi l'articolo con i tuoi amici


martedì 1 marzo 2016

Polveri sottili e metalli pesanti:che effetto hanno sul nostro organismo e come difendersi?


Le polveri sottili sono chiamate appunto in questo modo, in quanto hanno dimensioni molto piccole e la loro particolarità è quella di restare sospese in aria anche per settimane.


Life style slow  - blog     
                                    

                                    


Esse arrivano al nostro organismo attraverso le vie respiratorie.

Per quanto riguarda i metalli pesanti come piombo e mercurio devono avere più alte concentrazioni per causare danni.
Le auto emettono piombo e amianto.

Di solito i metalli pesanti si trovano anche negli isolanti con cui venivano costruite le case.
Sono presenti inoltre nelle vernici, nelle pentole di alluminio; possono essere presenti anche nelle condotte dell’acqua potabile.
Le polveri sottili e i metalli pesanti dunque, vengono inalati. Ma che effetto hanno sul nostro organismo?
Innanzitutto si depositano nei bronchi, quindi i primi effetti negativi sono quelli legati alla respirazione (asma, bronchiti, sinusiti ecc. ). Ecco perché è importante disintossicarsi. 

In secondo luogo sovraccaricano la funzionalità del fegato, stomaco e intestino. Entrano in circolo attraverso il sangue causando problemi cardiocircolatori.
Infine provocano problemi legati al sistema nervoso, quali insonnia, irritabilità, depressione e così via.

I rimedi contro le intossicazioni sono diversi e di varia natura. Vediamo quali sono.

Esiste una tecnica chiamata Biorisonanza - Si tratta di una pratica simile all’omeopatia e all’agopuntura.

In generale per depurarsi e  mantenere un organismo depurato bisognerebbe mangiare sano (biologico possibilmente), bere acqua minerale o depurata mediante filtri nel rubinetto, contro lo smog usare mascherine o filtri nasali, disintossicarsi attraverso l’assunzione di Nutraceutici   

Dal punto di vista alimentare possiamo fare molto per disintossicare l’organismo.

Innanzitutto ricordiamo che la vitamina C, in quanto è un potente antiossidante.
Gli antiossidanti neutralizzano l’azione dei radicali liberi, purificando ed eliminando gli scarti dall’organismo.
Una buona abitudine è anche quella di bere acqua e limone appena svegli, in modo da eliminare tossine e metalli pesanti.

Inoltre esistono alcune sostanze purificanti. Vediamo quali sono:

Zeolite, permette l'assorbimento di metalli pesanti e sostanze dannose che circolano nell’organismo. Si trova nelle farmacie o erboristerie;
Coriandolo, agisce sull’eliminazione del mercurio;
Curcuma, purifica il sangue, pare che le sue proprietà si attivino in abbinamento al pepe nero. 
per saperne di più 
Aglio, oltre a purificare, migliora la circolazione;
Bentonite Integratori di Omega 3


La depurazione avviene attraverso fegato e reni,  quindi sarebbe bene aiutare questi organi a funzionare bene e a potenziarsi. Lo si può fare attraverso l’assunzione di alcuni alimenti ecco quali:

Mirtilli e melagrana, carote, barbabietola, bardana.

Sedano, cereali integrali e orzo.  Spinaci. Miglio.

Tofu, cardio mariano, zenzero, tarassaco e il tè.

Ovviamente 2 litri di acqua al giorno aiutano a depurare organi e organismo.