Follow by Email

giovedì 28 dicembre 2017

Tiroide: i sintomi le cause e le cure


Cos'è la tiroide

La tiroide è una ghiandola posta nella parte anteriore della trachea, che ha una funzione importantissima. Il metabolismo è influenzato dagli ormoni che la tiroide rilascia; gli ormoni della tiroide influiscono anche sul sistema cardiovascolare, del sistema nervoso e tante altre funzioni. La tiroide è piccolissima simile ad una farfalla composta dal lobo sinistro e dal lobo sinistro collegati da una specie di ponte. La tiroide ha una grandezza che va dai 5 centimetri agli 8 centimetri.

Le patologie legate alla tiroide sono molto diffuse e colpiscono maggiormente la popolazione femminile.

LifeStyleSlow

L'attività della tiroide

Ipotalamo-ipofisi è l'asse che regola tutta l'attività della tiroide. L'ipotalamo rilascia un ormone chiamato tireotropina (TRH), che regola il rilascio a sua volta dell'ormone che stimola la tiroide, prodotto dall'ipofisi e chiamato TSH.

I valori della tiroide

Gli ormoni prodotti dalla tiroide sono noti come triiodotironina (T3) e tiroxina (T4); questi ormoni entrano in circolo fino ad arrivare nei tessuti e nel sangue, trasformandosi in FT3 e FT4 che circolano in forma libera e influiscono sulla memoria, sull'assorbimento dei cibi, sul sul sistema respiratorio.

Quali sono i valori normali della tiroide

Ecco i valori tiroidei che rappresentano la normalità:


  • T3    -    80-190    nanogrammi/decilitro
  • T4    -    5 - 12,5   nanogrammi/decilitro
  • FT3  -   2 - 3,5     nanogrammi/decilitro
  • FT4  -   0,8 - 1,8  nanogrammi/decilitro


Quali sono le patologie della tiroide

  • Ipotiroidismo (tiroide poco attiva) o ipertiroidismo (tiroide molto attiva);
  • infiammazione della tiroide (tiroidite, di origine autoimmune);
  • tumore della tiroide (asportabile con intervento chirurgico);
  • gozzo tiroideo (aumento di peso e volume della tiroide);
  • noduli alla tiroide
L' Ipertiroidismo è causato dall'eccessiva produzione di ormoni da parte della tiroide. Sintomi: si possono verificare disturbi del metabolismo ma anche alterazioni del sistema nervoso, eccessiva sudorazione, tremori, debolezza muscolare, ipertensione.

L'Ipotiroidismo si verifica quando la tiroide non è capace di produrre una quantità sufficiente di ormoni. Sintomi: sonnolenza, astenia, stanchezza.

Noduli alla tiroide - I noduli sono masse liquide o solide che spesso sono scoperte a seguito di un controllo medico; a volte le loro dimensioni ostacolano la normale respirazione o la deglutizione e sono visibili; si tratta di cisti, raramente possono avere una natura cancerosa.

Esami da fare per la tiroide

Oltre agli esami del sangue è consigliabile sottoporsi ad una ecografia, che riuscirà a fornire molte informazioni riguardo alla struttura e grandezza della tiroide e/o alla presenza di eventuali noduli.

Le malattie della tiroide: le cure

Dopo aver effettuato tutti gli esami del caso ed accertato eventuali anomalie nei risultati bisognerà rivolgersi ad un Endocrinologo; si tratta di uno specialista che si occupa della cura delle malattie ormonali. L'endocrinologo si occupa di malattie come il diabete, l'osteoporosi, patologie legate al metabolismo, difetti di crescita, pubertà precoce (alcune ricerche hanno stabiliti che questi disturbi sono legati alle malattie della tiroide).
Vi sono diversi tipi di cura delle malattie della tiroide, in base al tipo di patologia: farmaci antinfiammatori per l'infiammazione, betabloccanti, antibiotici o farmaci a base di ormoni. In alcuni casi può essere richiesto un intervento chirurgico per l'asportazione parziale della tiroide se necessario.

Curare e prevenire le malattie della tiroide

Vi sono alcuni elementi che possono influenzare il funzionamento della tiroide, in particolare spinaci, rape, soia, senape, cavolfiore, broccoli possono aiutare in caso di ipertiroidismo (in ogni caso consultare lo specialista). In generale bisognerebbe evitare l'alcol, lo zucchero e il latte.
La vitamina D previene la tiroidite, la L-carnitina cura l'ipertiroidismo, la vitamina C, la vitamina A, il selenio, lo zinco e le vitamine del gruppo B sono importanti per una regolare produzione ormonale.

Integratori anti aging - vitamine gruppo B, L-Taurina, fermenti lattici, Carnitina (vitamine, minerali, acidi grassi, antinfiammatori, aminoacidi, complessi probiotici, antiossidanti, regolatori glicemia, riparatori del DNA)

Prevenzione

Uno stile di vita sano aiuta a proteggersi dalle disfunzioni ormonali legate alla tiroide; inoltre, lo iodio aiuta la tiroide a funzionare correttamente. In molte parti del mondo lo iodio è scarsamente contenuto in cibi e bevande a causa di cambiamenti climatici che hanno interessato più parti della terra. L'alimento per eccellenza dove lo iodio è presente è il sale iodato. Bisogna osservare che il sale va assunto con moderazione, perché può avere effetti negativi sull'ipertensione e causare malattie cardiovascolari. 

Altri alimenti dove è presente lo Iodio:


  • pesce;
  • uova;
  • crostacei;
  • latte e carne;
  • frumento e cereali;
  • legumi;
  • frutta e verdura


I consigli del Ministero della Salute  sulla prevenzione della tiroide





Nessun commento:

Posta un commento